Digital clock

venerdì 20 agosto 2010

Vietato Fotografare


Il 18 Agosto 2010 mi sono recato con famiglia ed amici a Pertosa (SA),in visita alle grotte dell'Angelo.C'ero stato lo scorso anno,ma la novità di quest'anno è che ci hanno proibito di fotografare anche se non si usava il flash ma si sfruttavano gli iso della reflex.Alle mie proteste la guida mi ha risposto che era cambiata la legge.Quale legge ?
Ho cercato di informarmi sul web ma non ho trovato riferimenti precisi.Spero qualcuno possa essermi di aiuto.Io credo che siano solo ragioni di tipo economico (c.d. copyright) e noi fotoamatori siamo una spina nel fianco per i loro affari.Vi allego un link che vi fa capire il perché di questo diniego,basta leggere il blog.

vallonotizie.myblog.it/archive/2010/06/19/una-video-carto...

Mi ha colpito un particolare della motivazione del responsabile della struttura che qui vi allego :"Tenuto conto che per la salvaguardia degli ambienti ipogei all’interno delle grotte è vietato filmare o scattare foto, spiega il Presidente della Fondazione Mida, Francescantonio D´Orilia, questa è la giusta soluzione che abbiamo pensato per attirare l’interesse di un flusso crescente di visitatori e permettere a tutti di conservare un pezzo delle Grotte, nella salvaguardia ambientale che ci compete"

A voi una riflessione.Quella che allego al mio post è l'unica che sono riuscito a fare prima che mi bloccassero.L'effetto cromatico è alterato volutamente per rappresentare la tristezza mia di quel momento.E' come se mi avessero chiesto di non guardare o respirare.A voi la riflessione.Di sicuro io non ci tornerò mai più.Troppi divieti uccidono il turismo,io credo.

giovedì 5 agosto 2010

E' tempo di vacanze al mare

Bassa mareaOgni anno puntualmente all'arrivo dell'estate ci poniamo sempre lo stesso problema.Dove andremo quest'anno al mare ? In una località famosa o meno famosa ?Dormiremo in albergo,in pensione o in una casa preso in affitto ?Sono tanti i problemi da affrontare.Ma una volta risolti questi,ecco che subito dietro l'angolo arrivo il più grande dei problemi.Andremo sulla spiaggia libera o in un lido attrezzato,dove ci accoglieranno con dolce calde,ombrelloni,sedie,etc ? Questo perché sul preventivo di una vacanza è una voce che incide non poco.Soprattutto con una famiglia media composta da due adulti e due bambini.

Faccio questa riflessione perché purtroppo in Italia,a causa della scarsa applicazione delle leggi,il mare sembra essere diventato non più un bene di tutti.Se hai il denaro puoi permetterti tutto,ma sei non ne hai abbastanza,non hai diritto a farti un bagno.Infatti come ogni anno le concessioni per i lidi vengono date a tutti,per cui le spiagge libere sono sempre di meno e quando si trovano sono piccolissime,mal servite e non facili da raggiungere.Tutto questo in barba a varie leggi che prevedono la presenza di spiagge libere ,la tenuta in perfetto stato da parte dei comuni e con l'offerta di un minimo di servizi.

Purtroppo non è così e ve lo dice una persona che ha sempre usato le spiagge libere.Addirittura nonostante la legge prevedeva l'obbligo dei gestori dei lidi a lasciar libero l'accesso alla battigia a chi vuol far solo il bagno e quindi una distanza di 5 metri tra il mare e gli ombrelloni del lido,la c.d.battigia a cui tutto possono accedere e che deve essere sempre libera,ci sono sempre delle liti o addirittura c'è chi si fa pagare anche il solo accesso al mare.

Invito tutti a fare le dovute denunce alle associazioni dei consumatori,alle forze dell'ordine,ma mai ai corpi di polizia locale,perché spesso fanno finta di non vedere.Spesso ho assistito ad episodi del genere.

Tutto questo per dirvi che se una serena giornata di mare si deve trasformare in una lotta è meglio saperlo prima e prendere le dovute cautele o scegliere altri luoghi di villeggiatura ai laghi o in momtagna,etc.